Arancini di riso vegani allo zafferano con ragù di soia e piselli

Belli da vedere e deliziosi da gustare, sono gli arancini di riso vegani allo zafferano, una ricetta TOP da appuntare sulla tua agenda delle ricette da preparare all’occorrenza per stupire amici e parenti.

Arancini di riso vegani allo zafferano con ragù di soia e piselli

Gli arancini sono una specialità della cucina siciliana, inseriti anche nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani con il nome di “arancini di riso“.

In parole povere sono formati con il riso dalla quale si ricava in genere 2 forme, forma tonda oppure a cono, farciti generalmente con ragù, piselli e caciocavallo oppure dadini di prosciutto cotto e mozzarella…😮 Ooops!

No, no, no. Aspetta un attimo!

Su sfizioveg facciamo sul serio e tutta quella roba lì è stata bandita da molto tempo, quindi, riprendiamo in modo corretto:

….farciti generalmente con ingredienti vegani come ragù di soia, piselli, seitan, e molto altro, per poi essere impanati e fritti 😋, il nome inoltre deriva dalla forma originale e dal colore dorato tipico, che ricordano un’arancia.

Ovviamente la cottura consigliata per ottenere un buon risultato e quello della frittura in abbondante olio, ma in alternativa è possibile cuocere gli arancini in forno, ottenendo comunque un buon risultato molto più salutare e leggero, in fondo alla ricetta trovi spiegata anche la cottura in forno, quindi non preoccuparti.

Prima di passare alla ricetta ti consiglio di leggerla per bene poiché è ricca di consigli che ti aiuteranno molto per la preparazione del piano di lavoro e per la preparazione degli arancini stessi.

Buona lettura e soprattutto buon appetito!

Prima di iniziare con la ricetta, ma sopratutto se è la prima volta che sei sù SfizioVeg, ti suggerisco di iscriverti alla newsletter. Potrebbe sembrarti un cosa da poco, ma l’iscrizione ti permetterà di ricevere, in modo del tutto gratuito consigli e news sulla cucina vegan, e soprattutto tanti contenuti riservati solo agli iscritti.

Clicca qui per saperne di più >>

Arancini di riso al forno

Ricetta arancini di riso allo zafferano con ragù di soia e piselli


Preparazione: 2 Ore  |  Cottura: 30 Minuti  |  Porzioni 12-15 Arancini  |  Difficoltà: Media


Ingredienti

  • 500 g Riso
  • 1 L  Acqua
  • 100 g Piselli surgelati
  • 200 g Ragù di soia
  • 2 Bustine di Zafferano
  • Mezza cipolla
  • Sale
  • Pepe nero
  • Pane grattugiato
  • Abbondante olio di semi per friggere.

Per la pastella

  • 80 g Farina
  • 300 g di acqua

Preparazione

Prepariamo gli ingredienti base della ricetta:

  1. Inizia a cuocere il riso all’interno di una pentola con l’acqua e copri con il coperchio.
  2. Mantieni la fiamma alta fino a quando non inizierà a bollire, dopodiché aggiungi il sale e porta la fiamma al minimo, lasciando cuocere sempre con il coperchio per circa 10 minuti, è cioè fino a quando l’acqua non sarà completamente assorbita.
  3. Quando il riso sarà cotto, versalo all’interno di un contenitore capiente e aggiungi le bustine di zafferano disciolte in una tazzina di acqua, e assicurati di mescolare per bene tutto il riso.
  4. Lascia raffreddare il riso nel contenitore coperto, e nel frattempo prepara gli altri ingredienti.
  5. Prepara il ragù di soia che servirà per farcire gli arancini di riso seguendo questa ricetta.
  6. Fai sbollentare i piselli surgelati per qualche minuto all’interno di un pentolino e una volta cotti elimina l’acqua in eccesso e aggiungili al ragù di soia preparato in precedenza.

Ora che gli ingredienti base per la ricetta degli arancini di riso sono pronti possiamo iniziare a dar vita ai nostri primi arancini con ragù di soia e piselli.

Prima di iniziare però segui attentamente i miei consigli su come preparare il piano di lavoro, quindi procedi come segue:

  • Posizionati il contenitore con il riso subito a portata di mano e di fianco metti una ciotola con colma di acqua nel quale bagnarti le mani prima di formare gli arancini, dato che il riso in questa fase risulta un po appiccicoso.
  • Affianca dall’altro lato il contenitore con il ragù di soia e piselli e munisciti di un cucchiaino per farcire gli arancini.
  • Posiziona una teglia o un vassoio bello grande per adagiarci gli arancini appena formati.

Dalla parte apposta al piano di lavoro invece, posiziona tutto quanto segue:

  • Posiziona la ciotola con la pastella di acqua e farina ben miscelata e una forchetta.
  • Subito vicino adagia contenitore con al suo interno abbondante pan grattato.
  • Sempre di fianco un’altro vassoio dove posizionare gli arancini pronti per essere cotti.

Arancini di riso fritti

Direi che dopo la preparazione perfetta del piano di lavoro possiamo iniziare con il 1°step della ricetta:

1° Step: Formare gli arancini di riso

  1. Bagnati le mani nella ciotola con l’acqua e inizia a prelevare una consistente porzione di riso tra le mani e cerca di formare una conca schiacciando il riso nel centro.
  2. Versa all’interno della “conca” un cucchiaino di ripieno al ragù di soia e piselli e richiudi la base dell’arancino con il riso, modellandolo con la classica forma a punta oppure rotonda.
  3. Poni l’arancino appena formato sulla teglia apposita e ripeti l’intero processo per il restante riso.
  4. Una volta preparati tutti gli arancini potremo passare al 2° step.

2° Step: Panatura degli arancini di riso

  1. Immergi un arancino alla volta all’interno della pastella di acqua e farina preparata in precedenza, aiutandoti con una forchetta rigiralo delicatamente e lascia poi scolare la pastella in eccesso.
  2. Versa l’arancino appena passato nella pastella all’interno del contenitore con abbondante pan grattato e con l’aiuto di una forchetta rigiralo delicatamente fino a quando la superficie non sarà completamente rivestita.
  3. Poni l’arancino ormai pronto per la cottura sulla teglia o sul vassoio e ripeti lo stesso procedimento per tutti arancini.
  4. Una volta preparati tutti gli arancini di riso potremo passare finalmente al 3° step e cioè quella della cottura.

3° Step: Cottura arancini di riso

  1. Versa l’olio di semi per friggere in pentola abbastanza capiente o meglio se si utilizza una friggitrice e poni sul fuoco a fiamma alta fino a raggiungere la giusta temperatura.
  2. Con l’aiuto di una forchetta o di una schiumarola immergi gli arancini nell’olio fino ad un massimo di 3-4 alla volta e lasciali friggere rigirandoli di tanto in tanto fino, a quando la panatura non avrà raggiunto una bella colorazione dorata.
  3. A cottura ultimata e sempre utilizzando la schiumarola, estrai gli arancini dall’olio, lasciando scolare l’olio in eccesso e ponili a riposare all’interno di un vassoio rivestito con della carta assorbente.
  4. Ripeti i punti 2 e 3 fino a completare la cottura di tutti gli arancini.

Cuocere gli arancini di riso al forno

Se non gradisci la frittura in olio e vuoi ottenere una cottura più salutare e gustare dei buonissimi arancini di riso cotti al forno ti basterà seguire i brevi passaggi mostrati nel paragrafo successivo:

  1. Porta a termine il 2° step, ovvero la panatura del degli arancini di riso.
  2. Posiziona su una teglia da forno gli arancini impanati e cuoci in forno preriscaldato a 200° per circa 20-25 minuti, fino a quando comunque la superficie degli arancini non risulterà ben dorata.

Arancini di riso vegani

ripieno Arancini di riso

Gli arancini di riso vegani allo zafferano sono finalmente pronti e sopratutto ti consiglio di consumarli quando sono ancora caldi, in alternativa se vuoi, puoi preparali il giorno prima e riscaldarli poi in forno per almeno 20 minuti a 120°, altrimenti il cuore degli arancini, ovvero la farcitura, potrebbe rimanere fredda.

Spero che la ricetta degli arancini di riso vegani ti sia piaciuta e che la condividerai sul tuo social network preferito, inoltre ti ricordo anche che se hai qualche dubbio sulla preparazione della ricetta, non esitare a scriverlo nei commenti, sarò felicissimo di aiutarti.

A presto per una nuova ricetta!

Utensili utilizzati nella ricetta

Mirko

Ciao, il mio nome è Mirko, ho creato il blog SfizioVeg per unire le mie passioni più grandi: la cucina e la fotografia. Non mi definisco un certo professionista, ma cerco di sfruttare al massimo le mie umili competenze culinarie per preparare dei piatti unici e golosi che fotografo con la mia reflex.

Scopri le altre ricette



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.