Integratori di Omega 3 e declino cognitivo? Nessun Legame


Secondo uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association , gli integratori di omega 3 non hanno nessuna risposta positiva per quanto riguarda il mantenimento delle funzioni cognitive con l’avanzare dell’età, questo è quello che i ricercatori hanno affermato dopo un lungo studio effettuato.

Da anni era risaputo che l’assunzione di Omega 3 da integratori risultava una buona norma per aiutare a mantenere il cervello in buona salute con l’avanzare dell’età, ma oggi grazie ad uno studio effettuato su 4.000 pazienti per un periodo di cinque anni si è potuto scoprire e analizzare che gli integratori di Omega 3 non rallentano affatto il declino cognitivo.

Questo non vuol affermare comunque che gli acidi grassi Omega 3 non hanno nessuna funzione positiva al nostro organismo, al contrario, sono molto utili e importanti per il normale funzionamento dei tessuti.

Il consiglio è quello di assumerli normalmente con gli alimenti che ingeriamo quotidiamente sulla sulla nostra tavola, e soprattutto da fonti vegetali, senza così sovraccaricare il nostro organismo tramite l’assunzione di integratori specifici.

Semi di lino, noci, legumi, alghe e tutti i vegetali a foglia verde sono importanti fonti naturali che se integrati nella nostra alimentazione possono fornire in modo adeguato la richiesta di Omega 3 che il nostro corpo necessita.

 

Mirko

Ciao, il mio nome è Mirko, ho creato il blog SfizioVeg per unire le mie passioni più grandi: la cucina e la fotografia. Non mi definisco un certo professionista, ma cerco di sfruttare al massimo le mie umili competenze culinarie per preparare dei piatti unici e golosi che fotografo con la mia reflex.

Scopri le altre ricette



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.